Chierichetti


Vai ai contenuti

Menu principale:


Dai suoi scritti

Don Eugenio

Dal suo quaderno di meditazioni "Sempre con Gesù!"

Abbandono

… L'abbandono d'un bimbo tra le braccia della mamma quando gioca, quando mangia, quando dorme, non è forse il suo atteggiamento più naturale e istintivo? Perché un simile atteggiamento non potrebbe essere l'espressione più bella e più sincera della mia fede nella tenerezza di quel Padre, di cui la sapienza eguaglia la bontà? Posso amarlo veramente senza dargli la mia fiducia e il mio abbandono? Oh, no! …

Santità

Che cos'è la vita, la vera vita? E' la santità, e la santità é la felicità, é la bellezza.
Aspiro alla felicità, amo la bellezza, ma nelle mie ispirazioni, quante volte cado in inganno! Perseguo bellezze apparenti, illusioni, menzognere con le quali avveleno la mia vita. Non v'è che una sola Bellezza, quella di Gesù Cristo, capace di dare il pieno godimento allo spirito ed al cuore.

Che cos'è la santità?

Ad un fanciullo d'una pietà ammirevole, che si poteva a stento strappare dalla Chiesa dopo la sua prima Comunione e che passava lunghe ore con gli occhi fissi sul Tabernacolo, fu domandato: che cosa vorresti diventare,…?
Con voce ineffabile, con volto raggiante, con un sorriso celestiale e lo sguardo sempre fisso al Tabernacolo, il fanciullo rispose: "Vorrei diventare Gesù, solo Gesù!". Ecco la definizione più esatta della santità: Divenire Gesù.
Coraggio e avanti!…


Praticare

… E' cosa buona telefonare a Gesù, spesse volte, durante la giornata, se farò questo avrò sempre presente il mio Gesù.
Nessuno deve accorgersi delle mie telefonate, sto studiando, ricreandomi, a passeggio, è il momento più propizio per mandare una telefonata rapidissima al caro Gesù: le labbra non devono muoversi, deve vibrare solo il cuore!
Le frequenti telefonate sono la miglior preparazione alla S. Comunione!…
…Fedele nel poco!
Ecco il programma della mia vita spirituale. E' un sentiero di spine, ma sicuro e dritto che conduce alla santità; ed è la santità ch'io mi propongo e voglio acquistare…

Dalle sue riflessioni scritte sui giovani

Generosità

O giovani, siate allegri, perché la musoneria è un pessimo indice, o generosi!
Generosi coi poveri, coi deboli, coi piccoli, coi vecchi, con le persone moleste, coi perseguitati…con tutti! Generosi di denaro, se ne avete, (l'avarizia è un malanno essenzialmente…senile); ma soprattutto generosi di conforto, di affetto, di compatimento, di bontà….
…senza generosità d'animo non potrete mai spiccare il volo verso alcuna degna conquista…

Lealtà

…bisogna che vi abituiate ad essere leali, a sentire il disgusto per tutto ciò che è falso, a vincere l'intima viltà cui inducono l'amor proprio male inteso, l'interesse,… …La menzogna avvelena e distrugge in noi ogni buona qualità: neutralizza la capacità a resistere contro le altre tentazioni, presso a poco come l'alcool corrode le cellule più delicate del cervello e indebolisce la forza di volontà; in tal modo come la dissolutezza ci regala i vecchi di vent'anni, così la bugia ci infligge i vili di tutte le età.

Coraggio

Il coraggio di cui parlo è quello dell'uomo che non trasgredisce il proprio dovere… Il coraggio che insegna a soffrire senza lamentarsi, a mantenere fedeltà alle promesse, a resistere alle lusinghe del male, ad essere franchi nel difendere la verità e la giustizia…

Dominio di sè

… Le passioni bisogna guardarle in faccia. Sono un nemico, è vero; ma prima di essere un nemico sono una forza che il giovane se ha il polso fermo può domare e impiegare a vantaggio suo e degli altri.
Non bisogna dimenticare che le passioni hanno creato i Barabba, i Giuda,…ma hanno generato anche tanti santi.
Forza di volontà ci vuole; padronanza di sé, perché ogni forza, ogni istinto, ogni aspirazione, sia purificata e indirizzata risolutamente verso il suo fine…

Home Page | Don Eugenio | I Chierichetti | Le Novità | Commenti | Contatti | Eventi | Mappa del sito


Creazione Sito 21/09/2011-Trasferimento 24/02/2012 | chierichettisvde@gmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu